La società per azioni: il rapporto sociale

La società per azioni è la società nella quale per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il suo patrimonio e in cui la partecipazione sociale è rappresentata da azioni. [member]Le sue caratteristiche sono:

  • la limitazione del rischio: i soci di una società per azioni (persona giuridica e autonomia patrimoniale perfetta) hanno il beneficio della responsabilità limitata;
  • la raccolta del risparmio: le quote di partecipazione sono rappresentate da azioni (titoli di credito).

La disciplina legale è diretta contemperare o bilanciare gli interessi di diversi soggetti che sono coinvolti dalla sua attività. Tali soggetti sono:

  • i creditori, cioè coloro che concedono credito alla società;
  • gli stessi soci e in particolare i piccoli azionisti della società, che hanno investito una parte dei loro risparmi o della loro ricchezza e la società e che devono essere garantiti contro possibili abusi di terzi;
  • la collettività nel suo complesso, soprattutto quando si tratta di società di grandi o addirittura di grandissime dimensioni che possono causare gravi distorsioni del mercato.

LA COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ

Il procedimento per costituire una società per azioni si articola nelle seguenti fasi:

  • La stipulazione dell’atto costitutivo, che può essere un contratto o anche un atto unilaterale, e può avvenire in modo simultaneo o mediante una pubblica sottoscrizione. Nella costituzione simultanea il socio o i soci dichiarano davanti a un notaio di volere costituire una società per azioni e ne sottoscrivono contestualmente il capitale; nella costituzione mediante pubblica sottoscrizione la costituzione della società avviene nel modo seguente: 1 alcune persone depositano presso un notaio rendono pubblico un programma invitando il pubblico ad aderirvi; 2 le persone interessate all’iniziativa devono procedere alla sottoscrizione delle azioni e devono effettuare i versamenti prescritti dalla legge; 3 i promotori convocano l’assemblea dei sottoscrittori costituita con la presenza di almeno la metà dei sottoscrittori e provvede alla stipulazione dell’atto costitutivo della società.

L’atto costitutivo di una società per azioni e richiede, a pena di nullità la forma di un atto pubblico ricevuto da un notaio e deve contenere i seguenti elementi:

  1. generalità dei soci e degli eventuali promotori, con il numero delle azioni assegnate a ciascun socio;
  2. la denominazione sociale, che identifica la società nei rapporti con i terzi;
  3. il Comune in cui sono poste la sede sociale e le eventuali sedi secondarie;
  4. l’attività che costituisce l’oggetto sociale cioè l’indicazione specifica delle attività economiche per il cui esercizio viene costituita la società;
  5. il capitale sottoscritto e il capitale versato;
  6. il numero delle azioni e il loro eventuale valore nominale con caratteristiche e modalità di emissione;
  7. il valore attribuito ai crediti e ai beni eventualmente conferiti natura;
  8. le eventuali regole secondo le quali gli utili devono essere ripartiti tra i soci;
  9. gli eventuali benefici riconosciuti ai promotori e/o ai soci fondatori;
  10. l’eventuale sistema di amministrazione della società ha adottato dai soci;
  11. il numero degli amministratori e dei componenti del collegio sindacale;
  12. l’importo globale delle spese per la costituzione poste a carico della società;
  13. l’eventuale durata della società o l’indicazione del termine non superiore a un anno trascorso il quale i soci possono esercitare il diritto di recedere dalla società.
  • Adempimenti preliminari tra cui;
  1. la sottoscrizione integrale del capitale sociale;
  2. il versamento presso una banca almeno del 25% dei conferimenti in denaro e una rel. giur. conf in natur;
  3. il rilascio delle autorizzazioni amministrative per la particolare natura dell’oggetto sociale.

Se la società non viene iscritta nel registro delle imprese entro 90 giorni, l’atto costitutivo diviene inefficace.

  • Deposito dell’atto costitutivo presso l’ufficio del registro delle imprese, entro 90 giorni dalla stipulazione; il deposito deve essere effettuato dal notaio che ha ricevuto l’atto o dagli amministratori, o in mancanza da qualsiasi socio a spese della società.

Se la società ha sedi secondarie, l’atto costitutivo deve essere depositato per estratto (sinteticamente) presso l’ufficio della provincia delle sedi.

  • Iscrizione nel registro delle imprese che viene compiuta dall’ufficio del registro previa verifica della regolarità formale della documentazione presentata.

Per le società per azioni la pubblicità legale ha un’efficacia costitutiva nel senso che la personalità giuridica si acquisisce soltanto con l’iscrizione nel registro delle imprese.

Diversamente la società viene considerata irregolare e:

  1. per le obbligazioni derivanti da operazioni compiute in nome e per conto della società rispondono personalmente anche i soci o coloro che hanno agito con i terzi;
  2. le eventuali azioni emesse prima della costituzione della società sono nulle.

L’iscrizione nel registro delle imprese è prescritta anche per gli atti societari più importanti ma in questo caso la pubblicità ha soltanto un’efficacia dichiarativa in quanto gli atti che sono stati iscritti nel registro sono sempre opponibili ai terzi.

LA NULLITÀ DELLA SOCIETÀ

Se l’atto costitutivo di una S.p.A. presenta alcuni vizi o difetti, qualsiasi interessato può chiedere al tribunale di dichiarare la nullità della società se c’è:

  • la mancata stipulazione dell’atto costitutivo nella forma dell’atto pubblico;
  • l’illiceità dell’oggetto sociale;
  • la mancanza nell’atto costitutivo di qualsiasi indicazione relativa ad alcuni elementi essenziali della società.

L’eventuale nullità di una società per azioni non ha efficacia retroattiva, infatti:

  • gli atti che sono stati compiuti in nome della società prima della dichiarazione di nullità rimangono efficaci;
  • i soci non sono liberati dall’obbligo di eseguire i conferimenti promessi fino a quando i creditori non sono stati soddisfatti integralmente.

In una società per azioni dunque la dichiarazione di nullità costituisce una causa di scioglimento della società e la sentenza che dichiara la nullità deve provvedere anche a nominare i liquidatori della società. Inoltre la nullità di una S.p.A. è sanabile, in quanto i soci possono eliminare la causa di invalidità dell’atto costitutivo e iscrivere la modificazione nel registro delle imprese.

LE MODIFICAZIONI DELLO STATUTO

Le modificazioni dello statuto richiedono una deliberazione dell’assemblea straordinaria che è soggetta entro 30 giorni al deposito e all’iscrizione nel registro delle imprese. Se non sono state osservate le formalità prescritte dalla legge il notaio deve avvisare gli amministratori che, entro 30 giorni possono convocare l’assemblea per i provvedimenti necessari o ricorrere al tribunale.

Lo statuto di una S.p.A. può essere modificato a maggioranza e se alcuni soci non sono d’accordo con le modificazioni del contratto sociale possono esercitare il diritto di recesso e ottenere il rimborso del valore delle loro azioni.

Il socio di una società per azioni può recedere quando si verifica una delle seguenti cause legali:

  • una modificazione sostanziale dell’oggetto sociale o il trasferimento della sede sociale all’estero;
  • la revoca della liquidazione della società;
  • l’eliminazione delle cause di recesso previste dallo statuto e il cambiamento dei criteri per determinare il valore delle azioni in caso di recesso;
  • la modificazione dei diritti di voto o di partecipazione.

Un socio può recedere da una S.p.A. anche nel caso di proroga del termine finale o di introduzione di limitazioni o vincoli alla circolazione delle azioni.

Il recesso di un socio può essere totale o parziale, nel senso che può riguardare tutte o anche soltanto una parte delle sue azioni, e può essere esercitato solamente dai soci dissenzienti, astenuti o assenti. La dichiarazione di recesso da parte di un socio, che è un atto unilaterale e non richiede l’accettazione da parte degli altri soci, deve essere comunicata alla società con una lettera raccomandata contenente il numero e la categoria delle azioni per le quali viene esercitato il diritto di recesso.

La comunicazione deve essere spedita entro specifici termini di decadenza (inderogabili).

Il socio non può più esercitare il diritto di recesso se entro 90 giorni la società provvede alla revoca della deliberazione che legittimava il suo recesso oppure delibere allo scioglimento della società.[/member]


Precedente La bilancia dei pagamenti Successivo Le società per azioni: gli organi sociali