A Zacinto _ Ugo Foscolo

Ugo Foscolo nasce a Zante nel 1778 da una madre greca e da un padre veneziano: l’isola natale era infatti sotto il dominio della Serenissima in quel periodo. Foscolo passa la sua infanzia a Zante. [member]

IL SONETTO

Né più mai toccherò le sacre sponde
ove il mio corpo fanciulletto giacque,
Zacinto mia, che te specchi nell’onde
del greco mar da cui vergine nacque

Venere, e fea quelle isole feconde
col suo primo sorriso, onde non tacque
le tue limpide nubi e le tue fronde
l’inclito verso di colui che l’acque

cantò fatali, ed il diverso esiglio
per cui bello di fama e di sventura
baciò la sua petrosa Itaca Ulisse.

Tu non altro che il canto avrai del figlio,
o materna mia terra; a noi prescrisse
il fato illacrimata sepoltura.

ANALISI DEL CONTENUTO

La poesia, composta nel 1802, sviluppa due temi principali:

  • il tema dell’esilio è autobiografico ed effettivo con forti sentimenti: Foscolo non tornerà più a casa e sarà seppellito in terra straniera. Il rapporto tra Foscolo-figlio e Zante-madre, rotto dal Fato, si riparerà in seguito alla poesia la quale renderà eterno il loro legame. Foscolo paragona il suo eterno legame con l’isola natale simile a come Omero ha reso eterno il ricordo di Odisseo in Occidente (eternità poetica). Questo tema è carico di emotività, ma questa carica viene controllata razionalmente attraverso il secondo tema (equilibrio, serenità, grazia…);
  • riferimenti alla mitologia classica. Nell’opera troviamo il riferimento della nascita della dea Venere o Afrodite dalla schiuma del mar Ionio (anche se il mito narrava la nascita nelle acque di Cipro), a Ulisse e Itaca con cui intrattiene un rapporto di somiglianza simboleggiato dall’esilio e un rapporto di discordanza in quanto Odisseo riesce a tornare in patria e un rapporto con Omero anche questa volta sia di somiglianza in quanto poeti sia di differenza in quanto Omero è cantore del ritorno mentre Foscolo del non ritorno.
Nel sonetto possiamo individuare altri due sottotemi quali la figura dell’eroe romantico e la sepoltura illacrimata.

FORME ESPRESSIVE

Foscolo realizza con i due temi un componimento curato che esprime bene gli ideali del Neoclassicismo attraverso quattro aspetti:
  • il lessico elevato implica la presenza di parole colte piene di riferimenti classici e figure retoriche con immagini nitide e luminose per gli eruditi dell’epoca;
  • presenza di una sintassi complessa ed elaborata con la presenza dell’ipotassi, di inversioni e di iperbati. L’ipotassi è individuabile nelle prime tre strofe le quali formano un unico periodo; un esempio di iperbato è ” colui che l’acque cantò fatali”;
  • struttura logico-tematica rigorosa e conseguenziale – gli aspetti e le idee di Foscolo sono collegati – chiusa e circolare in cui le idee si susseguono correlate e chiuse (inizio-fine);
  • uso di una metrica classica esemplare e consolidata (sonetto ricco della figura retorica dell’enjambement).

CONTESTUALIZZAZIONE STORICO-CULTURALE

La poesia sviluppa un tema emotivo e passionale di stampo neoclassico individuabile dai temi e dallo stile con conseguente controllo delle passioni. Per Foscolo il Neoclassicismo non è solo una moda (questa corrente era in voga in quel periodo), ma è aspetto della vita in quanto lui stesso ha origine greca (NEOCLASSICISMO BIOGRAFICO). Nella poesia troviamo un tema tipico di una nuova cultura che si sviluppa alla fine dell’Ottocento: il Romanticismo si diffonde e si sovrappone al Neoclassicismo ma allo stesso tempo se ne discosta in alcuni aspetti. Ciò si riscontra nel tema passionale dell’esilio e della figura dell’eroe romantico del verso 10: Foscolo lotta contro un destino avverso da cui sarà finalmente sconfitto. La lotta lo fa apparire grande e bello.
[/member]

Scheda autore Nicola Possamai

Nato nella seconda metà del 1995 Nicola ha da sempre manifestato un grande interesse verso il mondo della tecnologia in particolare verso l’informatica. Oggi è responsabile del centro internet del suo Comune dove tiene dei corsi per i concittadini in difficoltà riguardo l’ambiente windows e, a volte, l’ambiente linux. La sua particolarità è il fatto di essere molto ambizioso e pertanto molto autocritico: desidera sempre superare i propri limiti. Di recente ha rappresentato il suo istituto alla gara nazionale igea presso l'”ITCG Martini” di Castelfranco Veneto ottenendo il terzo posto a pari merito con il secondo classificato. Dopo essersi diplomato con il 100 e lode studia economia aziendale alla Ca’ Foscari. Ama i gatti e la sua squadra del cuore è il Milan 🙂

Italiano, Scuola , , , , , , ,

Informazioni su nicpos95

Nato nella seconda metà del 1995 Nicola ha da sempre manifestato un grande interesse verso il mondo della tecnologia in particolare verso l'informatica. Oggi è responsabile del centro internet del suo Comune dove tiene dei corsi per i concittadini in difficoltà riguardo l'ambiente windows e, a volte, l'ambiente linux. La sua particolarità è il fatto di essere molto ambizioso e pertanto molto autocritico: desidera sempre superare i propri limiti. Di recente ha rappresentato il suo istituto alla gara nazionale igea presso l'"ITCG Martini" di Castelfranco Veneto ottenendo il terzo posto a pari merito con il secondo classificato. Dopo essersi diplomato con il 100 e lode studia economia aziendale alla Ca' Foscari. Ama i gatti e la sua squadra del cuore è il Milan :)

Precedente L'età napoleonica Successivo We Are Never Ever Getting Back Together _ Taylor Swift